4 settimane dopo

a1
Sono passate quasi 4 settimane dal giorno dell’intervento. Il dolore rispetto ai primi giorni è decisamente diminuito. Diciamo che si fa sentire principalmente verso sera ma solitamente entro limiti accettabili.
Il fastidio che avverto spesso è quello della ferita che in qualche modo sfrega o sbatte contro al gesso, altre volte mi fa male il tallone (non so perchè ma immagino che le terminazioni nervose siano tutte collegateo, più semplicemente, la pelle a contatto con l’interno del gesso si è irritata) oppure la caviglia, altre volte invece duole un po’ la zona operata o anche la gamba da cui han preso l’osso. Insomma un bel mix.
Solitamente sono dolori sopportabili. Ricordo che i primi giorni prendevo un antinfiammatorio a rilascio lento e, al bisogno, gocce di un farmaco oppiaceo. Ora non sto prendendo nulla (avrò preso le gocce forse una o due volte in tutto).
La cosa che spesso è fastidiosa è il gonfiore del piede.
Per ovvi motivi si è gonfiato, sotto al gesso, e spesso (anche qui la sera è peggio) si avverte questo fastidioso senso di “gesso stretto”.
Tengo il piede sempre sollevato, sia da seduto che da sdraiato (per il letto ho acquistato un cuneo in gommapiuma per tenere sollevato il piede di 15/20cm).
Le volte che capita di fare giusto 2 passi con le stampelle, magari per andare in bagno, il piede pulsa tantissimo e le dita diventano velocemente scure.
Giusto per star tranquillo ho comunque mandato una mail al chirurgo che mi ha risposto:
“Il gonfiore è normale, non funzionando più la pompa plantare il ristagno di sangue nella porzione distale dell’arto è normale”.
A questo punto non mi resta che attendere la rimozione del primo gesso (ancora quasi 2 settimane) e incrociamo le dita.
Ammetto di avere un po’ di timore visto che oltre a togliere i punti dovranno (ma non ho compreso bene) sfilare un filo di ferro che mi è stato posizionato credo entrando dal tallone. Inoltre ora, anche nei momenti in cui non ho dolori, è perchè tengo il piede sollevato e immobile. A volte basta un piccolo movimento per sentire qualche fitta. Dopo dovrò iniziare ad appoggiarlo con un carico del 50% (poi mi spiegheranno come lo valuterò). Insomma…per ora un po’ di ansia per il dopo c’è ma sto cercando di affrontare un passo alla volta.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...